Le parole di Miccichè: “cosa pensano, che siamo tutti fessi?”

schifani_alfano

Post di redazione

Le ultime dichiarazioni rilasciate dal leader del Pdl-sicilia

“Lombardo dia retta ai Siciliani, vada avanti col programma di riforme e vari subito un Governo, il più affidabile possibile. Noi ci entreremo solo se non ci saranno gli uomini di Schifani e Alfano.

Quanto al futuro del Pdl, se davvero vogliono collaborare diano un segnale. Serve il commissariamento del partito, affidato a qualcuno con un mandato preciso: riprendere il dialogo con Lombardo e con me!

E comunque, continuo a non capire cosa vogliono Schifani e Alfano.  Hanno scelto come coordinatore Castiglione, che è sempre stato nemico di Lombardo; hanno avuto gli assessori in giunta, ma hanno votato contro il Governo. la verità è che i loro errori hanno spaccato il  Pdl. Secondo me non controllano più neppure il gruppo, visto che quando Cascio ha prospettato la trattativa per la sostituzione dei vertici è stato aggredito dai deputati.

Mentre, per quanto concerne il partito del sud, esso configura uno scenario forse prematuro, ma no folle. La verità è che noi speriamo in un ravvedimento dei vertici del partito, chiaro e vero. Diano un segnale di volere la riconciliazione! Se lo faranno, sarà anche possibile trovare un accordo. Ma gli appelli e gli ultimatum di queste ore arrivano solo perché hanno capito che sono fuori dal Governo. Cosa pensano, che siamo tutti fessi?

Condividi questo articolo
[Facebook] [Google] [MySpace] [Segnalo] [Technorati] [Twitter] [Windows Live] [Yahoo!] [Email]
Condividi questo articolo:
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • email
  • MySpace

Tag: , , , , ,

38 Commenti a “Le parole di Miccichè: “cosa pensano, che siamo tutti fessi?””

  1. mario scrive:

    a quale poltrona fara’ sedere ACIERNO??

  2. enzo c. scrive:

    cosa vogliono Schifani ed Alfano? semplice: continuare a stare comodamente seduti la dove sono, potendo ogni tanto spostare il proprio nobile retro, dalla poltrona dove sono ad un divano di palazzo grazioli, dove potersi riscaldare il cuore della soave visione del divin silvio, senza recare alcuna preoccupazione allo stesso e quindi a se stessi. Caro gianfranco non me ne vorrai: ma unni isti a truvari? perchè poi alla fine la colpa di tutto questa baraonda è tua, che assumendoti l’onere e l’onore di fondare il partito in sicilia, hai partorito, certamente in buona fede, una pariglia di personaggi, ch se fossero rimasti al posto da dove li hai presi, non avrebbero per nulla inciso, sul futuro del partito, ne in apporto di consenso, ne in apporto di idee. Altro capitolo è quello dell’accoglienza, ma come ti sei persuaso ad accogliere personaggi come Firrarello e Castiglione, la cui storia politica è da sempre costellata di cambiamenti e tradimenti, che per averli amici li devi avere contro, quanto meno li controlli? E poi vige sempre un antico principio: un padre sazia cento figli e cento figli non saziano un padre. Ed oggi è quello che è successo nel PDL in sicilia e nei tuoi confronti. e allora? Allora vino nuovo! nuovo partito, nuova classe dirigente, che sia forte e leale non secondo un principio meramente fideistico, ma soprattutto dialogico e capace di idee e di confronto. L’avventura con Lombardo a tanti all’inizio sembrava pericolosa e improntata al continuismo cuffariano. Diamo onore e merito al cambiamento di rotta che questo presidente ha inteso dare e intende perseguire. Ma da parte nostra non possiamo vivere sempre nell’attesa. L’avvento sta per chiudersi e tra poco è Natale. Il nostro avvento è iniziato 7 mesi fa. le idee sono credo estramamente chiare sul da farsi. Possiamo arrivare ai 9 mesi per evitare un parto prematuro, ma andare oltre rischia di spegnere gli entusiasmi e le attese di chi crede che questa sia la via giusta.

  3. polli scrive:

    Personalmente ho un opinione negativa in generale degli avvocati italiani che ritengo, per niente indipendenti ed imparziali contrariamente a come vuole il loro codice deontologico, nell’ esercizio della loro professione.
    Li ritengo insieme ai magistrati un grande male della democrazia italiana, attualmente, in generale.
    Però in Italia è concesso a magistrati ed avvocati di intraprendere la carriera politica.
    Addirittura gli avvocati possono tranquillamente esercitare la loro professione mentre sono parlamentari.
    Nonostante il mio pregiudizio ed il mio essere di parte con Lombardo e Miccichè, obiettivamente, non do ragione a Miccichè e Lombardo e torto ad Alfano e Schifani, secondo la mia opinione.
    Lo sapevano di prima che Castiglione e Lombardo non andavano d’ accordo come ammette Miccichè nell’ attuale post di redazione.

  4. polli scrive:

    Per quanto concerne il partito del sud, secondo me Lombardo è arrivato ai suoi limiti, lo ha dimostrato presentando tre liste anziche di due alle scorse elezioni regionali sperperando oltre l’ 8% dei voti che complessivamente raggiungevano le liste democratici autonomisti e sicilia forte e libera.
    Ha dimostrato che i calcoli li sa fare solo nella città di Catania e provincia.
    E’ un grande limitato, rispetto agli attuali leaders nazionali.

  5. enzo c. scrive:

    @ polli
    ha ragione ed infatti chi ha voluto castiglione coordinatore del partito, l’ha fatto con il preciso intento di fare scoppiare la guerra, e ci è riuscito, salvo poi a pattiarsi alcuni dirigenti generali nella sanità, due assessori nel governo con gli staff, e nonostante tutto fanno i pesci in barile. all’affaccio mandano Castiglione a fare la guerra, di sottobanco cercano di continuare a lucrare posizioni. e poi Schifani dice: ” io preferisco fare l’arbitro”. si alla Moreno: espelle Lombardo che subisce fallo da Castiglione, espelle Palermo che subisce la munnizza del suo fido Cammarata! Arbitro secondo le migliori tradizioni da epiteto da curva…..

  6. stefania scrive:

    A Schifani vorrei replicare che per noi maggiore onta e’ avere politici sicliani che tradisono la Siclia, che la vendono e svendono e che ostacolano intezionalmente e dolosamente con l’ostruzionismo la regolare funzionalita’ del nostro governo regionale.
    Ora venite a tirarci le orecchie come si fa ai ragazzini un po’ discoli che si permettono di dire la loro.
    E se non basta provate ad imporvi e se non basta provate a “convincerci” con la storia che l’amore vince sempre sull’odio ed in fondo siamo una nazione unita.
    Ci date problemi e lo fate apposta.
    Una domanda a chi mi legge ed ai frequentatori del blog pero’ vorrei farla per avere io le idee piu’ chiare.
    Mi spiegate perfavore perche’ abbiamo perso i fondi UE?
    Grazie.

  7. polli scrive:

    Parliamoci chiari, Lombardo in questi 18 mesi da presidente della regione ha fatto nulla.
    Siamo andati indietro.
    Q

  8. enzo c. scrive:

    @polli
    la riforma sanitaria ha consentito il raggiungimento del pareggio dei conti e lo stato che ha riconosciuto due premialità alla regione per circa 500 milioni di euro, con in più dall’anno prossimo la riduzione dell’addizionale regionale irpef. sui fondi europei quest’anno sono stati certificati 356 milioni su 350 previsti salvando dal disimpegno automatico dette somme. il credito di imposta è legge. certo non avere più fondi perduti a iosa, a parecchi li lascerà quanto meno delusi. ma considerato il clima arroventato non mi pare poca cosa questo che è stato fatto

  9. stefania scrive:

    Schifani, Alfano, i lealisti, governo regionale parallizato, fondi UE che rischiano di andare persi perche’ pure sul Documento programmatico finanziario questi bravi dei lealisti fanno ostruzionismo ed anzi sono proprio loro i soldatini – deputati alla rovina della Sicilia.
    Ma avete mai sentito Alfano parlare della sua terra… ?
    Io si recentemente e devo dire che sono rimasta colpita dalle sue parole quando afferma che per fare ripartire il Sud bisogna cambiare la testa dei siciliani che non devono piu’ ricevere finanziamenti a pioggia ma solo dietro presentazione di validi progetti.
    Poi senti la Lega che afferma che e’ inutile ostinanrsi ad investire al Sud e mi viene da fare una riflssione fantapolitica…
    Ma non e’ che forse Schifani, Alfano ed i soldatini fedeli vogliono che la Sicilia li perda i finanziamenti?
    Non e’ che forse paralizzare un governo ha la finalita’ di servire altri padroni che evidentemente per i siciliani Schifani ed Alfano non sono i siciliani stessi?
    Non e’ cosi’ vero?

    Giusto bravo Alfano.
    Ma vorrei chiedergli con onesta: “

  10. Palermitano scrive:

    miccichè, non esagerare… !

    basta…. pensiamo al vero bene della sicilia !
    qui c’è chi sta male e soffre

  11. Max scrive:

    Uscite dai palazzi, capirete che la gente non ne può piu di sentire le vostre chiacchiere..,anno nuovo partito nuovo! Piuttosto che farci prendere per i fondelli da presunti leaders di partito che non sanno fare altro che litigare, nel 2010 faremo una scelta di rottura e aderiremo all’Italia dei
    valori

  12. marcella scrive:

    @enzo c. Io ricordo pure chi era Schifani quando stava nella segreteria del già sen. La Loggia:sbrigava le faccende di segreteria.All’improvviso è diventato senatore!Ben ti stia Gianfranco!

  13. Antonio scrive:

    “Richiamare alle regole non e’ polemizzare,ma nobilitare la politica. Ne consegue che l’insofferenza che Lombardo continua a mostrare nei confronti dell’alto monito del
    Presidente del Senato Schifani rivela che il presidente della Regione Siciliana ha un’idea tutta sua delle regole democratiche maggioritarie e dimentica che esse sono doveri verso i cittadini elettori”. Lo ha detto la senatrice del Pdl, Simona Vicari, il botta-risposta tra il presidente del Senato e il presidente della Regione Siciliana.

  14. placido scrive:

    penso proprio che il governo che dovrebbe nascere in seguito alla riforma che andra’ in vigore a partire dall’anno nuovo, debba proprio essere espressione dei veri siciliani e non di quelli lo fanno solo esclusivamente ,a discapito di quest’ultimi ,per tutelare i propri interessi.Gli ultimatum di queste ore devono solo rafforzare la volonta’ a proseguire energicamente nel programma di riforme che da tempo si aspetta.TAPPIAMOCI LE ORECCIE E TIRIAMO AVANTI TUTTA.

  15. polli scrive:

    @ Enzo c.

    Credi ancora a quelle minchiate?

  16. stefania scrive:

    Meno male che Simona Vicari ha detto la sua!
    Una fine e profonda analisi politica.
    Oramai, chi arriva parla.
    Quasi quasi Lombardo e’ contro la democrazia, addiritura Alfano stesso in persona ha dichiarato che interverra’ lui a guidare il rilancio dl Sud, senza Lombrado (e Micciche’ ovviamente).
    Egr. Ministro Alfano, ma lei chi vuole intimidire?
    Faccia il suo mestiere, continui a scrivere qualche bel tattato di diritto, un lodo ad esempio, pero’ si ricordi che la legge sta al di sopra di lei.
    La prossima riforma o legge che fara’ la studi un po’ meglio che di figure di … ne ha gia’ fatte molte… ed e’ difficile poi rimediare.
    Mi piacerebbe proprio capire come lei alla sua eta’ sia ministro della gustizia… per merito???!
    Mah!… I fatti non ci “cosano”!
    Se lei fosse conoscitore profondo della giustizia non potrebbe mai fare affermazni false sul lodo alfano posto che l’errore che lei ha commesso di incostituzionalita’ e’ errore grossolano e lei lo sa, causato dalla sua giovane eta’ e mi permetta arroganza.
    Ora abbiamo pure le parole della Vicari che richiama alla democrazia ed alle regole.
    La regola qual’e’ scusi cara Vicari che noi del Sud dobbiamo fare le pecore servili perche’ cosi’ e’ stato deciso?
    Ma la finisca di fare la donnina saggia, che non gli crede nessuno!
    Alfano, tu abbassa i toni che non siamo in Russia con te a capo dell’esercito (e meno male perche’ altrimenti povero Micciche’)!
    Troppo rumore stai facendo Angelino.
    Non so se chi ti governa puo’ rischiare una frattura con il popolo del Sud, rappresentato da Lombardo e Micciche’.
    Prendevela con qualche fondazione ora, toglete qualche macchina blu,
    tanto…. il cavallo si vede a corsa lunga!

    Buona domenica…. che Dio vi protegga ed illumini.

  17. peppino scrive:

    Ma io non capisco una cosa:qui si parla dei lealisti come male della coalizione, di gente che ostacola le riforme..!!ma stiamo scherzando???le riforme fatte fin’ora sono state fortemente volute da quest’ultimi..se ricordate bene sulla riforma sanitaria ci fù un bel confronto politico, come ormai non si era abituati, al parlamente fù dato un ruolo primario come non accadeva da tempo..la riforma sanitaria attuata all’80% è la stessa riforma scritta dal capogruppo Leontini, la stessa riforma dei dipartimenti è stata votata da tutti..perchè far credere che i lealisti sono contro la Sicilia ecc…
    i fatti sono questi tutto il resto è noia..

  18. Giuseppe scrive:

    PDL Sicilia, Lealisti, qui si sta facendo il gioco del Presidente Lombardo e basta. Da due anni nella nostra amata terra, politicamente parlando, si parla solo di crisi di governo, fuori l’UDC, fuori i Lealisti, dentro il PD, maggioranze variabili per le grandi riforme… La politica regionale va avanti a forza di dichiarazioni “ricatti”, “ultimatum” che nulla hanno a che fare con i problemi del cittadino. Gli enti locali sono al collasso, i bandi per i finanziamenti si attendono da mesi, mi rendo conto che è deleterio parlare di elezioni, ma in tutto questo marasma, forse le elezioni sono l’unico modo di trovare una linearità.

    Per caso l’elettore ha votato per l’UDC fuori dal governo? Ha votato per il PD dentro il governo Regionale? Ha votato per la rottura del PDL? Ha dato il proprio consenso per vedere una litigiosità che riempie le cronache dei giornali ogni giorno?

    Penso proprio di no, e allora se proprio non si riesce a trovare il bandolo della matassa, perché non dare la parola all’elettore che è l’unico in grado di stabilire chi ha sbagliato e chi ha ragione in questa vicenda?

    A maggio andiamo a votare nuovamente sia per le Nazionali e sia per le Regionali così tutte le forze politiche presenti sul panorama regionale e nazionale avranno modo di fare le proprie scelte in fase pre-elettorale e la finiamo con queste polemiche che allontanano inesorabilmente il cittadino dalla politica…

  19. stefania scrive:

    Il popolo siciliano ha votato Lombardo, le sue scelte e la sua testa.
    Quando si da fiducia ad una persona si da fiducia alle sue scelte.
    Qui non si sta lottando per noi – noi siamo gia’ rovinati – si lotta per i nostri figli.
    Elezioni? Ma perche’ scusate?
    Per chi?
    Non avevo molta stima di Lombardo, ma ha l’appoggio di Micciche’ ed a me basta.
    Ripeto elezioni per chi?
    Per chi ha gia’ ricoperto un posto nelle pubbliche amministrazioni senza concorso, per chi ricopre cariche universitarie senza titolo, per il figlio del primario che deve prendere il posto del padre ed e’ gia’ stabilito?
    Elezioni per chi o per cosa?
    Avete mai sentito parlare Bersani? E’ un uomo di una tale cultura e finezza che ad ascoltarlo si apprende sempre.
    Ci hanno votato alla morte e voi siete conniventi.
    Sinceramente per decenza andate a scrivere nel vostro blog sempre ammesso che avete la forza di farne uno e di attirare l’attenzione.

    Seguiro’ gli eventi che so essere fruttuosi… vi invito a legge un articolo comparso sulla “Stampa2 sulla nostra capacita’ di essere lucidi ed innovativi.
    Giovani… quantomeno nell’animo a noi interssano gli uomini, la loro testa, la loro forza, la loro determinazione non dico per il Sud ma per il senso di giustizia.
    i sotterfugi, l’ostruzionismo fanno parte di una politica oramai andata, passata dalla quale bisogna liberarsi come di unpeso morto che ti ostacola il cammino.

  20. Massimo Decimo Meridio scrive:

    scusa Gianf,
    ma come fai a parlare di “governo più affidabile possibile” con uno che è cosi tanto affidabile da tradire prima l’UDC e poi il PDL??? minkia affiabilità!!!!!!
    Poi vorrei chiedere allla redazione di schierare la squadretta di blogger (santino, stefania, enzo c.) magari a giorni alternicosi evitiamo di leggere troppe ******* tutte insieme!! ;)

  21. SANTINO scrive:

    @max
    no,mi scalanu u stipendiu

  22. Massimiliano scrive:

    Come mai che di tutta sta faccenda non ci capisco nulla?

    Basta con i giochi di potere dei politici.

    Basta con la Democrazia Rappresentativa…oramai la politica rappresentataiva rappresenta solo i suoi interessi e non gli interessi di chi ha dato il voto (nonostante sbandiarino ogni pie’ spinto il volere degli elettori)…
    l’unico modo per uscira da questo emposs di una politica di fatto castale e autoreferenziale e’ la democrazia diretta.

    Ora la tecnologia lo permette…arriveremo li…non ci sono altre soluzioni.

  23. reneè scrive:

    Penso proprio che non si riesce a trovare il bandolo della matassa nella politica regionale. Perché non dare la parola all’elettore che è l’unico in grado di stabilire chi ha sbagliato e chi ha ragione in questa attuale LEGISLATURA ? Candidiamo Miccichè alla guida della regione,, vediamo chi ci viene dietro vorrei vedere i veri politici alla guida di una sicilia fatta di persone per bene, per carità di Dio!! Acierno?che si facesse crescere i capelli forse cosi’aprirebbe le porte all’ intelligenza.
    Castiglione? Rotella? Ferrantello?E chi sono Questi?Devono solo starsene a casa, hanno già fatto anni fà insieme ad una piccola parte dell’UDC a combinare Casini, non a costruire per i SICILIANI D’OC. E I SICILIANI PERBENE sono tanti e quei tanti perbene sono con te gianfranco.Siamo stufi delle parole,

    A maggio andiamo a votare nuovamente sia per le Nazionali e sia per le Regionali così tutte le forze politiche presenti sul panorama regionale e nazionale avranno modo di fare le proprie scelte in fase pre-elettorale e smettiamola con queste polemiche da strapazzo che fanno ridere solo i polli e allontanano inesorabilmente dalla politica seria la gente che come me crede nelle istuzioni sane,

  24. SANTINO scrive:

    Se entra il Pd in giunta,esco io.
    Berlusconi mi ha detto di riunificare il Pdl e di fare arrivare Lombardo a fine legislatura.
    (PD )Appogeremo Lombardo dall’esterno,solo per le riforme.
    E DEL PARTITO DEL SUD ????

  25. Polli scrive:

    Le frasi più belle che ho sentito in questi ultimi giorni sono le seguenti, ” L’ amore vince sempre sull’ invidia e sull’ odio ” – ” Indennità di disoccupazione per tutti ”
    Sono state dette rispettivamente dal presidente del consiglio Silvio Berlusconi e dal governatore della Banca d’ Italia Mario Draghi.
    L’ Italia farà un grande passo avanti se creerà un sistema sociale come a quello che vi era in Germania ai tempi del cancelliere Kohl.
    Solo così si può uscire dalla logica dei ricatti, per sperare di avere un posto di lavoro e per avere tutti un minimo vitale, garantito dallo stato.
    Spero che Mario Draghi possa essere il prossimo presidente del consiglio.

  26. zutoto' scrive:

    sono commosso, commosso a sentire il capo del governo dire che l’amore vince sempre sull’invidia e sull’odio, non so a chi si rivolge, personalmente, meglio io, non nutro alcuna invidia e manco Lo odio, piuttosto avverto un profondo disagio nello stare assieme a conoscenti, anche parenti e sono parecchi, che esultano e stravedono per Lui. Iinsomma mi sento strano, un “diverso”, perchè non riesco a trovare dentro di me alcuna spinta emozionale ad entusiasmarmi per Lui. E’ grave ;-)

  27. zutoto' scrive:

    ho dimenticato il punto interrogativo dopo “… E’ grave”, ce lo metto adesso, anzi ce ne metto tre, ecco
    ? ? ?
    ;-)

  28. SANTINO scrive:

    E’ grave,SI!!
    La Grazia non è scesa in te.
    Solo chi è stato toccato dalla Grazia puo’ sentire emozioni,perLUI come per altri.
    Senti a me :Fatti toccare…dalla Grazia

  29. illuso scrive:

    io penso io ritengo che non possiamo cambiare il clima politico noi in sicilia lo sapevate che siamo nel mirino della stampa straniera di quello che accade in sicilia
    è nel resto del paese io non ho piu parole erano mesi che non entravo in questo blog è ne passeranno altri se no
    mi scoppia il fegato è mi si accentua la gastrite nervosa arrivederci

  30. peppe64 scrive:

    Purtroppo, devo ammettere, ha ragione l’illuso al commento n° 29 : in questo blog, che io invece amo, come fossimo una famiglia, pertanto lo visito quotidianamente dal primo giorno della sua nascita, sembra di essere dei ragazzini adolescenti invece che adulti e maturi elettori.
    Mi chiedo : ma come si fa ad andare a nuove elezioni e votare i giusti esponenti politici se la quasi totalità degli elettori non è minimamente al corrente del loro operato politico? Parlo di interrogazioni parlamentare, di iniziative popolari, di proposte di legge, di obiettivi pubblici e privati ed interessi vari e quant’altro nei loro curriculum di uomo e di politico di ogni candidato.
    Quale la priorità dell’elettore: viene prima di ogni cosa il Presidente della Regione o il singolo deputato regionale o il programma di governo o gli incarichi professionali all’interno delle amministrazioni quale sanità, istruzione, turismo ecc?????
    Ma il Sig. Schifani per caso legge il pensiero di noi elettori tutti quando afferma che gli noi elettori vogliamo il bene dei deputati PDL “lealisti” o UDC e non invece l’attuazione del programma (strade, aeroporti,posti di lavoro, servizi sociali, istruzione ecc…)?
    Che ci frega a noi cittadini se Il Presidente Lombardo sbatte fuori a calci i lealisti (che cercano sistemazioni per loro e per i loro amici) e bocciano il DPEF regionale, approvato anche da loro in Giunta Regionale, pur di attuare il programma anche con l’appoggio esterno del PD?
    A me personalmente interessano le infrastrutture ed i servizi ai cittadini: che Lombardo li approvi con l’aiuto del PD o con tutto il PDL, basta che l’opera si compia ed io utente usufruisco del bene creato.
    Pertanto invito il Sig. Schifani a pensare a fare il Presidente del Senato ed ad occuparsi delle sue beghe parlamentari e lasciare lavorare, sempre che se ne ravvisino le condizioni, la classe politica siciliana per il bene di noi cittadini ed elettori.
    Saluti a tutti, all’On. Miccichè in particolare, per l’impegno profuso in merito e per quanto di utile stia facendo per noi siciliani.
    Auguri di buone feste.

  31. stefania scrive:

    A Massimo Decio …
    Non sono una blogger (che non so manco che vuol dire) e non appartengo a nessuno.
    Sono libera nelle idee e nelle scelte perche’ me ne fotto del mondo intero.
    Chiariamolo.
    Odio pero’ le ingiustizie, i sopprusi, le prese di posizione dei forti in danno ai poveri.
    Non mi piace la politica delle banche, delle assicurazioni, dello stato, di confindustria, ecc ecc.
    Non mi piace la disoccupazione per tutti, che poi vuol dire contentino per tutti.
    alias… statevene buoni e non chiedete di essere migliori.
    Io sto dalla parte dei vincenti… tutto qui.
    E’ lo stesso motivo per cui sono juventina.

  32. Massimo Decimo Meridio scrive:

    A stefà…..te ne fotti del mondo intero però ce la stai menare sul blog di Micci???MA com’è statstoria?? e poi sei pure juventina??? E’ proprio vero che le disgrazie non vengono mai da sole!!!!! :D :D :D

  33. missy scrive:

    In qualità di juventina, dissento dalla categoria delle motivazioni citate da Stefania al n. 31.
    Non c’è logica, in quella lista.

  34. Paolo scrive:

    Stefy, certo che proprio oggi non si possono abbinare l’essere juventina con l’essere vincente(povera juve, prima con i cugini del Palermo, oggi con il Catania..con i siciliani..”maruvessu ci fù”), o forse era troppo velenoso il Catania visto a Torino. Onestamente noi avevamo più bisogno di questi punti….vi rifarete la prossima volta….(agli amici juventini, ovviamente).

  35. oscar scrive:

    non è possibile una tanta così fastidiosa acredine del sottosegretario miccichè nei confronti di castiglione, tranne a pensare che gli sia stata insidiata la moglie..!! per tutti i blogger pro-miccichè…ma perchè non andate un pò a leggere “i complici” di peter gomez? vi farete una minia idea di come il sottosegretario la voglia cambiare ‘sta sicilia…

  36. pierdomenico scrive:

    Mentre Vi affannate a favore di questo o di quel politico il rischio di default per l’italietta in queste ore è salito del 30%
    Significa che il rischio che falliamo aumenta
    Questa crisi ha portato il debito pubblico a 1800 miliardi di euro
    Diviso 56 milioni fa 35000 euro cadauno
    Ma poiche i bambini e i poveri non pagano secondo me siamo già a 70000 euro cadauno
    Siamo alla bancarotta
    Entrate 2009 720 miliardi uscite 2009 800 miliardi
    80 miliardi di euro il deficit 2009
    Vi accorgerete della catastrofe solo quando il vostro stipendiuccio non verra pagato per crisi di liquidità derivante da mancato rinnovo del debito pubblico
    Ripassatevi quello che è successo in argentina e studiate un pò di finanza
    solo la conoscenza rende uomini liberi ed esseri pensanti

  37. Kaed scrive:

    Thanks alot – your answer solved all my problems after several days strggluing

Lascia un Commento